Crea sito

Focus On – Idrolati, acque magiche

Buongiorno bellezze!! 

Avete passato buone vacanze? Io ho mangiato troppo 

Vorrei approfondire oggi un argomento che spesso non risulta chiaro: gli idrolati!

Spesso ci si domanda, cosa sono, quali proprietà hanno, come usarli e soprattutto quale scegliere… ecco mi piacerebbe chiarire qualche dubbio o curiosità a proposito di queste acque aromatiche a mio avviso magiche!

Cosa sono

Gli idrolati sono delle acque aromatiche naturali che si ricavano dalla distillazione di piante e fiori officinali freschi, così che conservino tutte le loro proprietà, nello stesso momento dell’olio essenziale: durante questo procedimento si separano due parti, una liposolubile – l’olio essenziale – più concentrata ed una idrosolubile – l’idrolato appunto – più delicata e leggere. Mentre gli oli essenziali non devono essere utilizzati da soli, ma in combinazione con un altro prodotto, per esempio un olio vettore, l’idrolato può essere usato direttamente sulla pelle.

Proprietà ed utilizzi

Queste acque possono essere utilizzate in vari modi, per rinfrescare la pelle vaporizzandole su di essa, possono essere delle acque profumate per il corpo, possono decongestionare la pelle secca, gli occhi stanchi o idratare i capelli spenti e secchi. L’utilizzo più vasto è quello del tonico viso, scegliendo l’idrolato adatto al proprio tipo di pelle.

Infatti a seconda della pianta o del fiore usato per realizzare l’idrolato, quest’ultimo presenta delle caratteristiche specifiche, quelli più famosi sono l’idrolato di:

  • rosa, è il più famoso (normalmente conosciuto come acqua di rose), è indicato per tutti i tipi di pelli, soprattutto quelle secche, in quanto ha azione lenitiva, idratante e rinfrescante;
  • fiori d’arancio, adatto per le pelli spente infatti illumina l’epidermide, la rinfresca, idrata e profuma. Può essere usato anche sui capelli secchi e spenti.
  • salvia, consigliato per le pelli grasse, soggette ad impurità. La salvia è astringente, disinfettante e purificante;
  • hamamelis, ha le stesse proprietà del precedente;
  • lavanda, anche questo purifica la pelle, ma in più ha una funzione lenitiva e rilassante che lo rende più delicato dei due sopra.

 

La mia esperienza

Ho iniziato ad usare gli idrolati appena passata al bio 3 anni fa per cercare di sconfiggere l’acne, infatti il primo che ho comprato fu quello di salvia de La Saponaria da usare prima dell’olio di Cumino nero come tonico viso. Aveva un odore abbastanza forte che però con il tempo si è un smorzato. Successivamente sono passata ad utilizzare quello di lavanda, il mio preferito, in quanto purificante ma allo stesso tempo delicato e lenitivo. Io vaporizzo l’idrolato sul viso e poi picchietto con i polpastrelli per farlo assorbire un po’

Ho provato due marche di idrolati, La Saponaria appunto e MaterNatura, di salvia trovato in offerta a metà prezzo su Erboristeria Il Falco d’Oro quest’estate. Entrambe le aziende sono buone: non aggrediscono la pelle, la riequlibrano dopo la detersione e la rendono visibilmente più bella.

Gli idrolati de La Saponaria sono venduti senza vaporizzatore, in una boccetta di plastica scura da 100 ml ed hanno un prezzo che va dai 3€ ai 4€ (a seconda dell’idrolato scelto); quelli di MaterNatura invece hanno un formato di 125 ml, anch’essi venduti in una boccetta di plastica scura con vaporizzatore (il che è più pratico), ma hanno un prezzo che va dai 9€ ai 12€.

Per un rapporto qualità prezzo però tendo a comprare più spesso quelli de La Saponaria.

Spero di esservi stata di aiuto. Voi che idrolati usate? Fatemelo sapere nei commenti 

abioutifulmess

1 comment on Focus On – Idrolati, acque magiche

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




L'articolo ti è stato utile?